Un caffè con Paolo De Castro

On 21 marzo 2012, in un caffè con, by Stefano Ragugini

Lo sviluppo di una rete di relazioni umane e professionali è il valore aggiunto della consulenza di Reti.

Per questo nasce un “Un Caffè con…” .

“Un caffè con…”: conversazioni aperte e informali, dinanzi ad un caffè e ad un buon ciambellone, con un ospite prestigioso e 20 invitati.

Come sempre, l’incontro comincia alle 8.30 del mattino (in punto!). Si apre con uno speech di 15-20 minuti di un ospite proveniente dal mondo delle istituzioni, della politica, del giornalismo, dell’accademia, dell’impresa; successivamente i partecipanti condividono brevi domande, spunti di riflessione e di analisi, cui l’ospite replica. Alle 9.30, con analoga ferrea puntualità, ci si saluta. Magari non sempre con le idee più chiare, ma (questo è garantito) avendo partecipato ad una discussione interessante e stimolante con interlocutori di livello.

Giovedì 22 marzo sarà nostro ospite l’On Paolo De Castro, Presidente Commissione agricoltura e sviluppo rurale del Parlamento Europeo con cui parleremo  di sicurezza alimentare nella politica agricola europea .

Per seguire la diretta e fare delle domande cercaci su twitter #caffecon.

“Un caffè con…” su linkedin, ti aspettiamo.

17 anni a Mediaset, quando faceva ancora tv, poi Magnolia, la società di produzione che, nell’asfittico panorama italiano, è riuscita a fare, a suo modo, innovazione; quindi il Pd, anzi: Matteo Renzi. Giorgio Gori si racconta così, in una maniera che la Thatcher avrebbe approvato: dicendo what he has done, e non what he has been. Perché è proprio questo, probabilmente, che meglio dice quello che in fondo vogliamo capire un po’ tutti: what he’s gonna do.

Possibile che un uomo come lui – giovane per gli standard italiani, ma insomma diciamo che se li porta bene – possa decidere di dedicarsi alla politica, farlo con spirito volontaristico e, soprattutto, farlo nel Pd? Possibile. “La tv – dice – è stata la mia vita. Ma quasi trent’anni son tanti e poi adesso Magnolia può camminare tranquillamente da sola, ed io – ammette – avevo voglia di fare altro.”

Fare cose utili per la comunità, cose utili per il paese. Fare politica, insomma. Ma perché farlo, e perché ora? – gli chiedono gli ospiti del Caffè con… “Perché – risponde lui – la situazione lo richiede”. E poi è stato l’incontro con Matteo Renzi: casuale ma, in fondo, mica tanto.

Già Matteo Renzi. Cosa ci fa lei con il sindaco di Firenze, nonché potenziale leader del nuovo Pd? Intanto – precisa Gori – Renzi non ha bisogno né di spin doctor né di guru. Condividiamo obiettivi e progetti ed io mi limito a dare una mano per quello di cui so – la comunicazione, ad esempio. Ma la Leopolda non è stata opera mia: è stata un’impresa di gruppo, un lavoro collettivo.

Ma perché, Gori, proprio nel Pd? – gli chiedono ancora gli ospiti del Caffè con…

“Perché – spiega – è nei valori della sinistra che mi ritrovo. Valori come l’equità, la difesa dei più deboli”. Quella sinistra – precisa però – che non è conservatrice e non teme la modernità. Una sinistra, insomma, diversa da questo Pd. Eppure – gli viene chiesto – lei ha preso la tessera, nella sua Bergamo Alta, proprio di quel Pd che a molti appare esattamente il partito conservatore che le vorrebbe non fosse. Sarà allora mica masochismo, il suo?

“E no – obietta Gori: il Labour non era poi messo meglio del Pd attuale, eppure Tony Blair è riuscito a renderlo il partito non della sinistra ma della Gran Bretagna progressista. Un partito vincente che è stato capace di cambiare nel profondo – ed in meglio – il suo paese. Ecco, perché una cosa simile non potremmo farla noi?”

Con Matteo Renzi?

Si, certo: anche con Matteo Renzi.

Ma in un paese in cui tv e politica…anzi, in cui tv è politica, come la mettiamo con la competizione fair e trasparente, l’informazione libera, partiti contendibili …e tutte quelle belle cose che apprezziamo, appunto nella politica auto-riformatrice britannica? Beh, la questione – ragiona Gori – è sostanzialmente impedire che nel nostro paese possano esserci nuovi Berlusconi.

Ma tra gli ospiti c’è chi pensa invece che il problema sia la Rai…

E Gori non si tira indietro: “dovremmo fare una Rai pubblica e una Rai privata”. Ma privatizzare così com’è – dice – non ha senso per il semplice fatto che la Rai di ora è “non commercializzabile”. Il problema, cioè, non è trovare acquirenti ma, appunto, fare in modo che ci sia qualcosa di vendibile nella scatola che si metterà sul mercato. Questo ad esempio significa togliere i partiti dalla governance, perché nessuna azienda al mondo è governata alla maniera della Rai, con un cda che si riunisce ogni settimana per disquisire delle più microscopiche inezie editoriali.

E comunque, via, la politica non è tutta tv. È il 2.0, ad esempio. E qui entriamo in un terreno delicato: la proprietà intellettuale. Ecco, sul tema, Giorgio Gori la pensa alla maniera liberale: “l’opera d’ingegno va tutelata, ma cercando nuovi modelli di business, ad esempio forme di micro-pagamento”. La strada, cioè, non è certo una persecuzione repressiva delle eventuali trasgressioni. Comunque, di questo ed altro ne parleremo un’altra volta perché, tra una domanda e l’altra, qui finisce che s’è abbondantemente sforato il tempo massimo concesso al Caffè con…e, come osserva Claudio Velardi, per un uomo di televisione questa è una cosa che non si fa .

Appuntamento a Reti martedì  6 marzo, sempre alle 8,30 per il prossimo Caffè con…Severino Nappi, Assessore al Lavoro e alla Formazione della Regione Campania.

Lo sviluppo di una rete di relazioni umane e professionali è il valore aggiunto della consulenza di Reti.

Per questo nasce un “Un Caffè con…” .

“Un caffè con…”: conversazioni aperte e informali, dinanzi ad un caffè e ad un buon ciambellone, con un ospite prestigioso e 20 invitati.

Come sempre, l’incontro comincia alle 8.30 del mattino (in punto!). Si apre con uno speech di 15-20 minuti di un ospite proveniente dal mondo delle istituzioni, della politica, del giornalismo, dell’accademia, dell’impresa; successivamente i partecipanti condividono brevi domande, spunti di riflessione e di analisi, cui l’ospite replica. Alle 9.30, con analoga ferrea puntualità, ci si saluta. Magari non sempre con le idee più chiare, ma (questo è garantito) avendo partecipato ad una discussione interessante e stimolante con interlocutori di livello.

Mercoledì 22 febbraio sarà nostro ospite Giampaolo D’Andrea, Sottosegretario di Stato alla Presidenza del ConsiglioRapporti con il Parlamento. Parleremo dei primi tre mesi del Governo Monti.

Per seguire la diretta e fare delle domande cercaci su twitter #caffecon.

E’ nato anche il gruppo “Un caffè con…” su linkedin, ti aspettiamo.

Un Caffè con…

APPUNTAMENTI SETTIMANALI 24-28 GENNAIO 2011

On 24 gennaio 2011, in Eventi, News, by Stefano Ragugini

Lunedì 24

–          Roma, p.zza Juarez 14, ore 15.30. Incontro Sindacati/Federmeccanica sulla Fiat

–          Roma, corso d’Italia 25, ore 14.30. Iniziativa Cgil sull’energia. Intervengono Giuseppe Mussari e Susanna Camusso (Cgil nazionale – corso d’Italia 25 – ore 14,30)

–          Milano, Aula Magna Unicredit, via T. Grossi 10, ore 12.00. Incontro “Italia degli Innovatori”, promosso dall’Agenzia per la diffusione delle tecnologie per l’innovazione. Partecipa il ministro Renato Brunetta

–          Vimercate (Mi), via Torri Bianche 8, ore 12.00. Firma del protocollo “Reti Amiche-Sanita on the job” con Cisco Systems Italia, partecipa il ministro Renato Brunetta

–          Roma, Camera dei Deputati, Sala Busti (17.00) Prima riunione del Gruppo di collaborazione italo-emiratino curata dal Servizio Rapporti internazionali

Martedì 25

–          Milano, viale Piero e Alberto Pirelli 10. Siemens e-mobility day. Organizzato da Siemens

–          Roma: VIII Summit dell’Industria della Comunicazione (Unioncamere – Sala Longhi – Piazza Sallustio, 21 – ore 9,30)

–          Roma: Presentazione del V rapporto sulla “coesione economica, sociale e territoriale: investire nel futuro dell’Europa”. Partecipano il ministro per i Rapporti e la Coesione Territoriale, Raffele Fitto; il Presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani; il Presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, e il Vicepresidente di Confindustria per il Mezzogiorno, Cristiana Coppola (Camera dei Deputati – Sala del Mappamondo – ore 14.30

–          Roma, Camera dei Deputati, Sala Mercede Palazzo Marini (10.30 – 13.30) Iniziativa sul tema Proposte per il documento del PD in materia di sanità promossa dal Gruppo Partito Democratico

–          Roma, camera dei Deputati, Sala del Refettorio (10.00 – 13.00) Convegno sul tema Il mercato immobiliare promosso dal Angelo Alessandri, Presidente della Commissione Ambiente, territorio e lavori pubblici

–          Roma, Sala del Mappamondo (14.30 – 19.30) Iniziativa Presentazione del V Rapporto sulla coesione economica, sociale e territoriale: investire nel futuro dell’Europa promosso dal Ministro per i rapporti con le Regioni, Raffaele Fitto

Mercoledì 26

–          Milano, Corso Magenta 59. Il conto energia 2011-2013 e il progetto sul FV in banca. Organizzato da Abi energia

–          Roma, via Giulio Romano 41. La formazione delle risorse umane nel nuovo programma nucleare italiano. Organizzato da ENEA

–          Roma, via Ludovico di Savoia (c/o Ambascita Britannica). La scelta del verde: le sfide per il futuro Going for Green: the Challenges for the Future. Organizzato da Kyoto Club

–          Roma: presentazione del ‘Libro Bianco’ dell’Agcom (sede Autorita’ – ore 15)

–          Roma: Franco Frattini, Roberto Formigoni e Letizia Moratti presentano al corpo diplomatico accreditato in Italia l’Expo di Milano 2015. (Villa Madama – ore 10,30)

–          Roma: conferenza stampa sulla conciliazione paritetica organizzata da Astoio, Assotravel, Federconsumatori, Adiconsum e Movimento Consumatori (Sala B/C – Palazzo Confindustria – Viale dell’Astronomia, 30 – ore 12,30)

–          Roma, camera dei Deputati., Sala delle Colonne Palazzo Marini (8.30 – 13.00) Convegno sul tema Per il Sud qualcosa di nuovo: Regionalismo e Federalismo possono essere una risposta? promosso dalla Regione Molise

Giovedì 27

–          Roma, via della Colonna Antonina 52. Business Plan e Piano economico finanziario di un impianto fotovoltaico dopo il III conto Energia. Organizzato da Business International

–          Roma, Camera dei Deputati. Sala delle Conferenze Palazzo Marini (16.00 – 20.00) Convegno su La medicina del futuro, terapie integrative e terapie alternative promossa dal Gruppo Popolo della Libertà

–          Roma, Camera dei Deputati, Sala del Mappamondo (10.00 – 13.30) Dall’Iptv alla Smart TV – Nuove tecnologie e contenuti per il Video on Demand Iniziativa promossa dall’Associazione degli ex parlamentari della Repubblica

Venerdì 28

–          Milano, piazza degli Affari 6. Emission Trading: organizzazione del Carbon Market e attività del trader di CO2. Organizzato da Academy Italy – London Stock Exchange Group

–          Roma. Eurispes presentazione del Rapporto Italia 2011 (Biblioteca Nazionale – Sala Conferenze – Viale Castro Pretorio 105 – ore 10,45)

–          Sala delle Colonne Palazzo Marini (16.00 – 20.00) Convegno sul tema Il progetto Costituzione Confederale Europea crea l’unione politica degli Stati dell’UE con il progetto sicurezza, difesa e tutela dell’ambiente naturale ed urbano  promosso dall’ANTA – Associazione nazionale tutela ambiente

Un caffè con… il Senatore Pietro Ichino

On 17 gennaio 2011, in Eventi, Lobbying, un caffè con, by Stefano Ragugini

Dopo la pausa natalizia riparte l’appuntamento settimanale “Un caffè con…“. Giovedì 20 gennaio, presso la sede di Reti Spa,  alle ore 8.45, sarà nostro ospite il Senatore Pietro Ichino, membro della 11a Commissione Lavoro, Professore ordinario di Diritto del lavoro nell’Università statale di Milano, uno dei principali giuslavoristi italiani.

In un clima informale, come in occasione dei caffè sino ad ora organizzati, parleremo di lavoro, occupazione e relazioni sindacali anche alla luce degli  ultimi avvenimenti che stanno ridisegnando i rapporti del mondo lavorativo italiano.

A termine dell’incontro come per gli altri caffè con, gli ospiti presenti potranno fare delle domande.

Se ti interessa l’argomento o se anche tu vuoi mandarci le tue domande puoi seguire  la diretta dell’incontro  sul twitter della GalassiaReti seguendo l’hashtag #uncaffècon.

Dai Gianfranco, mettici più cuore.

On 26 novembre 2010, in Media and new media, News, by Stefano Ragugini

Dallo sdoganamento di Berlusconi che lo indicò come possibile sindaco di Roma alla costruzione di una nuova immagine per proporsi come leader di un nuovo centrodestra. Claudio Velardi su Panorama parla dell’immagine di Gianfranco Fini, analizzando punti di forza e di debolezza dei  suoi ultimi 5 discorsi pubblici. L’articolo termina con un consiglio “… c’è un organo che si chiama cuore. Provi a metterlo in campo, se ci riesce, è l’unica arma sempre vincente”.

E  per voi  Fini è più capo tribù o futurista pop?

Un caffè con… il Sen. Francesco Rutelli

On 23 novembre 2010, in News, un caffè con, by Stefano Ragugini

Continua l’appuntamento settimanale  “Un Caffè con…”. Domani sarà ospite di Reti Spa il Sen. Francesco Rutelli, membro del  Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica che  illustrerà, alle persone presenti,  i temi che segue nella sua attività quotidiana e più in particolare dell’utilizzo della tecnologie  per la sicurezza.

A termine dell’incontro, che si terrà presso gli uffici di Reti Spa, come per gli altri caffè con, gli ospiti presenti potranno fare delle domande.

Se ti interessa l’argomento o se anche tu vuoi mandarci le tue domande puoi seguire  la diretta dell’incontro  sul twitter della GalassiaReti seguendo l’hashtag #uncaffècon.

Un caffè con… l’On. Giuliano Cazzola

On 27 ottobre 2010, in Senza categoria, by Stefano Ragugini

Questa mattina si è svolto il quarto  appuntamento di “Un caffè con…”. Oggi è stato ospite di Reti l’On. Giuliano  Cazzola, Vice Presidente XI Commissione Permanente Camera dei Deputati. I saluti iniziali, da buon padrone di casa, sono stati fatti  da Massimo Micucci, Presidente di Reti,  che ha introdotto il tema dell’incontro: il rapporto fra politica e mondo del lavoro. Cazzola ha parlato di lavoro, previdenza e contributi integrativi, soffermandosi  sul  tema delle professioni. Ha evidenziato come il fenomeno della precarietà trovi rifugio anche in questo settore. Per far fronte a questo problema, l’Onorevole ha ribadito la necessità di regolamentare le libere professioni, attraverso accessi più rigidi a percorsi universitari e un’offerta formativa più strutturata e in linea con l’esigenze del Paese. Al termine della sua introduzione, come consuetudine di questo appuntamento, si è sviluppato un breve dibattito. I partecipanti all’incontro, persone che a vario titolo si occupano di lavoro e operano nel mondo delle professioni, hanno rivolto interrogativi e approfondimenti interessanti a Cazzola, che ha sciolto i dubbi degli interlocutori e dato utili suggerimenti e consigli. Dopo un primo giro di domande, l’attenzione si è focalizzata sul ruolo che la comunicazione gioca nella definizione dell’agenda setting. L’incontro si è concluso alle 9.30, i presenti hanno scambiato le ultime considerazioni in terrazza, sorseggiando un buon caffè, prima di far ritorno alle loro sedi lavorative.

Il video dell’incontro

Al prossimo “Caffè con…“  si parlerà di  industria farmaceutica e sarà possibile seguire la diretta sul twitter della GalassiaReti seguendo l’hastag #uncaffècon.

I cambiamenti istituzionali che hanno attraversato l’Italia e l’Europa negli ultimi 15 anni  hanno ridisegnato poteri e funzioni delle Istituzioni operanti: dalla Riforma del titolo V al Federalismo fiscale infatti   le Regioni, le Province e i Comuni stanno diventando i principali attori  in sede decisionale. Governatori, assessorisindaci avranno sempre maggiore potere di indirizzo e di regolamentazione in settori strategici quali istruzione, sanità, energia, ambiente e infrastrutture.

Questi cambiamenti si ripercuotono anche sul modo di relazionarsi delle aziende, delle associazioni di categoria, delle no–profit sia con le istituzioni italiane che europee. E’ per questo motivo che il mercato del lavoro cerca professionisti in grado di far comunicare con successo pubblico e privato: è questa la professione del lobbista, comunicatore ed esperto delle relazioni istituzionali, capace di connettere in modo trasparente ed efficace gli obiettivi del committente che rappresenta. Running, operante nel settore della formazione dei lobbisti da ormai 10 anni,  grazie alla collaborazione instauratasi con Reti, la principale società di lobby italiana, fornisce strumenti di lavoro indispensabili per chi vuole diventare un lobbista:  scrittura di leggi ed emendamenti, analisi e studio della legge finanziaria, monitoraggio  delle norme  comunitarie e nazionale, mappatura dei decisori ed elaborazione di un position paper.

Il 25 ottobre è iniziata la XXI edizione del corso “Comunicazione e Gestione delle Relazioni istituzionali” 23 partecipanti che, dopo il saluto di Massimo MicucciPresidente di Reti –  hanno assistito alla prima lezione del corso “Il Parlamento, organi e struttura” tenuta dal Prof. Luigi Ciaurro –  Direttore delle prerogative ed immunità presso il Senato della Repubblica.

.